Pubblica Assistenza

AVIS COLOGNO MONZESE

Indirizzo:  via Filippo Turati 1,

20093 Cologno Monzese (MI)
 

Telefono:  02 27.301.301 

Fax:   02 25.390.161

Email:  info@aviscologno.it

Codice Fiscale: 85009250151

  • White Facebook Icon
  • White Flickr Icon
  • White YouTube Icon
  • White Twitter Icon
  • White Instagram Icon

ISCRITTA NEL REGISTRO REGIONALE DEL VOLONTARIATO AL N°1118, SEZIONE a) SOCIALE

La Protezione Civile Avis nasceva nel 1976 in occasione del terremoto del Friuli.

Il nostro gruppo di Protezione Civile è composto da Volontari (soccorritori sanitari, operatori logistici, psicologi, cuochi, etc.) ed è parte integrante della colonna mobile nazionale ANPAS (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze). Inoltre, è stato sancito un protocollo di intesa con il Comune di Cologno Monzese che prevede l'intervento dei volontari Avis Cologno durante le emergenze legate al rischio idrogeologico e per tutte le altre possibili problematiche.

 

I nostri interventi:

1976: Terremoto del Friuli, i volontari rimasero nelle zone colpite dal sisma per più di due mesi.

 

1980: la protezione civile è intervenuta nell’Irpinia, dove si occupava prevalentemente di soccorso sanitario e assistenza ai diversamente abili.

 

1995: Il gruppo di Protezione Civile dell’Avis Cologno viene accreditato nelle liste della Prefettura di Milano.

 

1998: venne stipulato il primo protocollo di intesa tra l’Avis Cologno e l’amministrazione comunale, allora guidata dal sindaco Milan, per la creazione del gruppo comunale di Protezione Civile.

 

2002: Cologno Monzese è stata vittima del fiume Lambro. La grave esondazione che, di fatto, ha paralizzato la nostra città, ha visto l’impegno di molti volontari avisini che, evacuando le abitazioni rese inagibili dall’acqua o semplicemente riempiendo sacchetti di sabbia, si sono adoperati nel tentativo di limitare i danni e mettere in sicurezza gli abitanti della zona di S. Maurizio.

 

2004: Ricordiamo tutti lo tsunami (uno dei più catastrofici disastri naturali dell'epoca moderna, che ha causato circa 230.000 morti) che nel 2004 ha colpito la popolazione dello Sri Lanka. Anche in questa occasione, le donne e gli uomini di Avis Cologno, si sono mobilitati raccogliendo abiti e generi di prima necessità da inviare nel sud-est Asiatico, fortemente danneggiato dal maremoto.

Sisma di Salò: alcuni volontari si sono recati nel bresciano per portare assistenza alla popolazione.

 

2005: moriva Papa Giovanni Paolo II. I volontari colognesi, coordinati dal Dipartimento di Protezione Civile Nazionale, prestavano servizio, con un’ ambulanza e con diversi equipaggi appiedati , ai milioni di fedeli giunti nella capitale per i funerali.

 

2008: E’ stato firmato un Protocollo d’Intesa per le procedure di emergenza territoriale con gli enti comunali (Polizia Locale, Ufficio Tecnico, Assessore con delega alla Protezione Civile), con il coordinatore della Protezione Civile comunale e con il Tenente dei Carabinieri. Il protocollo firmato sancisce quindi la collaborazione tra gli enti aderenti per quel che riguarda le procedure d’emergenza territoriale sia per le aziende a rischio rilevante che per le procedure d’emergenza territoriale che possono essere suddivise in eventi straordinari non prevedibili o programmati.

 

2009: Italia la terra tornava a tremare. Più precisamente, la scossa, colpiva l’Abruzzo e la provincia dell’ Aquila. La Protezione Civile, gia all’alba del 7 aprile, era pronta per partire. Il primo gruppo formato da una colonna di quattro mezzi, una ambulanza 4x4, un veicolo trasporto persone, un furgone per la logistica e il fuori strada del Comune sono partiti con 7 volontari dell’Avis e 3 della Protezione Civile Comunale. Arrivati a l’Aquila, i volontari, hanno ricevuto la loro destinazione: la tendopoli del “Globo”. I volontari, al loro arrivo, trovarono solo molte tende montate nel parcheggio del centro commerciale. Nella prima settimana della missione, organizzarono il campo, istituendo un ospedale da campo, distribuendo abbigliamento e medicinali. Oltre all’attività di logistica, i volontari garantirono un ambulanza, operativa 24h su 24, a disposizione del 118 locale. Con turnazione settimanale, l’Avis Colgono, è rimasta nelle zone colpite dal sisma fino alla fine di agosto.

 

2011: Quattro volontari Avis, attivati dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, sono intervenuti insieme ai volontari delle consorelle Anpas aderenti al Comitato Provinciale Milanese di Protezione Civile, in Abruzzo per l’emergenza neve che ha messo a dura prova quelle zone.

 

2012: Sisma Lombardia ed Emilia Romagna: Assistenza alla popolazione presso il campo di Mirandola gestito dai volontari delle Associazioni aderenti ad ANPAS. Dal mese di maggio al mese di agosto sono intevenuti dieci volontari Avis Cologno.

 

2013: Sisma Toscana: tre volontari per una settimana sono intervenuti per l’allestimento di una campo di accoglienza.

 

2014: Emergenza Maltempo Emilia Romagna: i nostri volontari insieme ai volontari delle consorelle ANPAS aderenti al comitato provinciale Milanese di Protezione Civile sono intervenuti nelle aree allagate del Modenese.

Esondazione Fiume Lambro nel mese di novembre: I nostri Volontari sono intervenuti sul territorio di Cologno Monzese, per la creazione di barriere di arginatura e soccorso alla popolazione.

2016: Emergenza Centro Italia.